Tag: / Cassazione Civile

Niente riconoscimento di paternità se il figlio si oppone

23 Maggio 2017

Cassazione Civile, sez. I, sentenza 07/03/2017 n.  7762 Nel giudizio relativo al riconoscimento del figlio, l’audizione del minore assume un particolare rilievo e deve essere considerata la prima fonte del convincimento del giudice. Una volta valutata positivamente la capacità di discernimento della minore (nella specie un’adolescente matura, consapevole della sua condizione, in grado di interagire […]

adolescente audizione bambino Cassazione Civile interesse del minore maturità minore Ordine Avvocati Sciacca riconoscimento paternità sentenza 07/03/2017 n. 7762 sez. I valutazione concreta

Nessun commento »


Divieto di trasferire chi assiste parente disabile prescinde dalla gravità dell’handicap

13 Febbraio 2017

Cassazione Civile, Sez. lavoro, sentenza 12/12/2016, n. 25379 Il divieto di trasferire il lavoratore che assiste un parente disabile, previsto dall’art. 33, comma 5 della legge n. 104 del 1992, prescinde dal previo accertamento della gravità dell’handicap da parte delle commissioni mediche delle Unità Sanitarie Locali (oggi, ATS – Agenzie di Tutela della Salute) di […]

assistenza Cassazione Civile datore di lavoro disabile divieto handicap n. 25379 Ordine Avvocati Sciacca sentenza 12/12/2016 sez. lavoro trasferimento

Nessun commento »


Crediti erariali, Sezioni Unite: si prescrivono tutti in 5 anni

14 Dicembre 2016

Cassazione Civile, SS.UU., Sentenza 17/11/2016 n. 23397 I giudici della Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con la recentissima sentenza n. 23397 depositata in data 17.11.2016, hanno definitivamente stabilito che le pretese della Pubblica Amministrazione (Agenzia delle Entrate, Inps, Inail, Comuni, Regioni etc.) si prescrivono nel termine “breve” di cinque anni, eccetto nei casi in […]

5 anni Agenzia delle Entrate art. 2953 c.c. Cassazione Civile Comuni crediti erariali inail inps Ordine Avvocati Sciacca prescrizione breve Regioni Sentenza 17/11/2016 n. 23397 SS.UU

Nessun commento »


Ricorso in Cassazione prolisso? E’ inammissibile

22 Novembre 2016

Cassazione Civile, Sez. II, sentenza 20/10/2016 n. 21297 Attenzione ai ricorsi in Cassazione troppo lunghi e ridondanti: rischiano di essere dichiarati inammissibili. E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, nella sentenza del 20 ottobre 2016, n. 21297. Nella vicenda processuale in esame, il ricorrente propone un ricorso in cassazione di ben 250 pagine. In particolare, […]

Cassazione Civile inammissibile Ordine Avvocati Sciacca principio prolisso protocollo Cassazione/CNF del 17.12.15 sentenza 20/10/2016 n. 21297 sez. II sinteticità

Nessun commento »


Il divieto di adibire gli appartamenti a bed and breakfast va trascritto

14 Novembre 2016

Cassazione Civile, Sez. II, sentenza 18/10/2016 n. 21024 La Cassazione, con sentenza 18 ottobre 2016, n. 21024, afferma che la clausola del regolamento condominiale che limiti la destinazione delle unità immobiliari deve essere considerata costitutiva di servitù atipica ed è, quindi, opponibile ai terzi acquirenti solo se risulti nella nota di trascrizione. Due condomini di […]

appartamento B&B Cassazione Civile clausole limitative condominio opponibilità Ordine Avvocati Sciacca proprietà esclusiva sentenza 18/10/2016 n. 21024 servitù sez. II trascrizione

Nessun commento »


Patto di prova nullo? Si applica la disciplina ordinaria dei licenziamenti

2 Novembre 2016

Cassazione Civile, Sez. lavoro, sentenza 12/09/2016 n. 17921 Con sentenza n. 17921 del 5 luglio 2016, la Suprema Corte di Cassazione sez. lavoro ha statuito che il licenziamento intimato sull’erroneo presupposto della validità del patto di prova, in realtà affetto da nullità, riferendosi ad un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, non è sottratto […]

art. 2096 c.c. Cassazione Civile contratto controricorso formazione professionale inammissibilità nullo patto di prova riammissione in servizio sentenza 12/09/2016 n. 17921 sez. lavoro

Nessun commento »


Lesioni e invalidità permanenti: solo i medici legali possono accertarle

26 Ottobre 2016

Cassazione Civile, Sez. III, sentenza 26/09/2016 n. 18773 La Corte di Cassazione ribadisce il ruolo esclusivo dei medici legali nella valutazione dei postumi da sinistri, interpretando le disposizioni contenute ai commi 3-ter e 3-quater dell’art. 32, d.l. n. 1/2012, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 27/2012, le quali, per lo stesso giudice, devono essere lette […]

Cassazione Civile invalidità permanenti lesioni medico legale Ordine Avvocati Sciacca referto medico sentenza 26/09/2016 n. 18773 sez. III

Nessun commento »


Licenziamento, il datore non può usare il Gps come prova

25 Ottobre 2016

Cassazione Civile, Sez. lavoro, sentenza 05/10/2016 n. 19922 Il datore di lavoro non ha la possibilità di controllare (a distanza) i propri dipendenti mediante l’apparecchiatura GPS, in quanto trattasi di sistema di “controllo generalizzato” predisposto prima ancora dell’emergere di ogni e qualsiasi sospetto. Da ciò ne consegue che il datore non può utilizzarlo ai fini […]

auto aziendale Cassazione Civile controllo generalizzato Datore gps licenziamento sentenza 05/10/2016 n. 19922 sez. lavoro

Nessun commento »


Diritto allo sciopero: natura giuridica e limiti nella più recente giurisprudenza di legittimità

10 Ottobre 2016

Il presente contributo si pone come obiettivo quello di fornire una sintetica panoramica dei profili principali del diritto allo sciopero esercitato dal lavoratore subordinato, prendendo spunto dalle indicazioni emerse dalle ultime pronunce della Corte di Cassazione che hanno delineato i contorni dell’istituto. L’angolo di visuale non sarà limitato ad un approccio casistico, in quanto si […]

Cassazione Civile Corte di Cassazione del 26 gennaio 2016 dottrina giurisprudenza limiti n. 1350. n. 20270 natura sciopero sezione Lavoro del 4 ottobre 2011

Nessun commento »


Vendita: la Cassazione precisa le differenze fra mancanza di qualità e aliud pro alio

7 Ottobre 2016

Cassazione Civile, Sez. I, sentenza 05/02/2016 n. 2313 Una società, che aveva vinto una gara per la fornitura di pasta agli indigenti, conveniva in giudizio la propria controparte contrattuale per averle fornito grano duro ad uso zootecnico in luogo di quello previsto per il consumo umano e domandava la restituzione del maggior prezzo pagato a […]

aliud pro alio attore Cassazione Civile exceptio doli mancanza qualità sentenza 05/02/2016 n. 2313 sez. I vendita

Nessun commento »